pd
cc
Stagno è una realtà sociale ed urbana complessa che richiede una attenzione non superficiale nell’analizzare i problemi e proporre le soluzioni. In questa ottica i candidati consiglieri comunali stagnini che sostengono il candidato a sindaco Adelio Antolini, hanno ritenuto necessario organizzarsi in un gruppo di lavoro che nasce in campagna elettorale ma continuerà nella prossima legislatura per cercare di adottare in concreto queste soluzioni.

1. Urbanistica

La situazione urbanistica a Stagno necessita di interventi importanti, dovuti a diversi fattori.

  • A Stagno negli anni 70 sono stati piantati pini lungo le principali strade ed ora le radici di queste piante hanno rovinato il fondo delle medesime rendendo necessario un intervento. Occorre la sostituzione dei pini con altre piante, la trivellazione delle radici e la sistemazione delle strade.
  • Progettazione e riorganizzazione della viabilità pedonale. In un’ottica di medio periodo va definito un piano per la realizzazione nel tempo di un sistema di marciapiedi efficiente. Momentaneamente possono essere realizzate corsie pedonali cercando di ottimizzarle attraverso il ripensamento della viabilità.
  • Il traffico dei mezzi pesanti va regolamentato e controllato per ridurlo consistentemente. Da valutare la possibilità di creare zone ZTL dotate di telecamere, con divieto di traffico a mezzi pesanti (da concordare con Prefettura). Con l’apertura del nuovo snodo sarà valutata la possibilità di obbligare il traffico pesante a deviare verso la Variante, evitando che attraversino il paese e conseguentemente migliorare già nel breve periodo la vivibilità.
  • Una parte consistente del paese, non ha il collegamento della rete fognaria con il depuratore. Intrattenere continui rapporti con ASA per spingere l’avanzamento del progetto di collegamento.
  • Alcune strade, nonostante siano di collegamento per il paese, sono ancora private. Da valutare la possibilità di renderle pubbliche.
  • Da anni esiste un progetto per collegare Guasticce con Stagno e il Calambrone tramite pista ciclabile. Valutare la possibilità di reperire fondi per realizzarla.
  • L’illuminazione di alcune zone del paese è insufficiente, valutare possibilità aggiungere qualche palo e la sostituzione delle vecchie lampade con quelle a LED, che renderebbero più luminosità e migliorerebbero il risparmio energetico.

2. Ambiente

Vigilare sulla qualità dell’aria relazionandosi con Arpat in continuità con quello fatto fino ad adesso. Seguire la realizzazione degli interventi migliorativi da parte di ENI mediante una diretta interfaccia insieme con l’assessore competente, la commissione consigliare comunale per l’ambiente ed un membro del consiglio di frazione.

3. Sicurezza Idraulica

Proseguono i lavori per la messa in sicurezza idraulica finanziati dal piano del commissario, il cui avanzamento dovrà essere continuamente monitorato.

Le notizie per il territorio sono comunque molto positive perché si parla di ulteriori interventi per oltre 6 milioni di euro destinati a tutto il comune ed in particolare su Stagno si pensa al potenziamento dell’impianto idrovoro del fosso Cateratto (circa 2.500.000€) e la realizzazione delle casse di espansione sul fosso Cateratto (600.000€), interventi fondamentali.

4. Sport

Il primo obiettivo che ci poniamo è quello di rafforzare le realtà sportive presenti sul territorio in modo da aumentare le opportunità per i nostri ragazzi di stare insieme, crescere e divertirsi. In un’ottica di lungo periodo il nostro lavoro sarà volto a favorire la nascita di una polisportiva. Tale progetto ha come intento quello di migliorare ed incrementare l’offerta di nuovi sport sul territorio.

5. Un Paese Tranquillo, i 6 punti fondamentali:

  • Si parte dal decoro urbano, in quanto un paese più decorso, più pulito è un paese sicuro, gli atti di vandalismo e i comportamenti poco civili si riducono;
  • Introduzione del Vigile di frazione: sempre presente su Stagno, per rispondere nel miglior modo possibile alle esigenze dei cittadini e a loro vicino anche territorialmente;
  • Controllo di vicinato: serve per ristabilire il senso di sicurezza dei cittadini, i quali operano una vigilanza l’uno con l’altro, sulla propria zona, il proprio condominio o la propria strada, in modo da segnalare anomalie alle forze dell’ordine, quindi una collaborazione costante e una condivisione di informazioni. Parola chiave: prevenzione;
  • Installazione di telecamere negli accessi al paese per una maggiore sicurezza dello stesso;
  • Istituzione della figura del Cantoniere di frazione: operaio del Comune incaricato per interventi di manutenzione o riparazione nella frazione, in modo da poterli realizzare in tempi brevi (pochi giorni), per esempio per lavori come il taglio dell’erba e le disinfestazioni.
  • La vita in comune fra la gente che sviluppa relazioni in un clima di rispetto reciproco corrisponde ad un ideale di serenità ed è questo, che il progetto Stagno vuol realizzare. Si prevede infatti la ricerca di punti di aggregazione per le persone più adulte dove organizzare tornei di burraco, tombole, gare di cucina per i più appassionati. Ma anche semplicemente un posto dove poter passare un piacevole pomeriggio in compagnia di amici e dove poter ascoltare della buona musica.

6. Trasporto Pubblico

Migliorare i collegamenti tra Stagno e Pisa cercando una soluzione magari anche integrate tra le seguenti possibilità:

  • ripristino di una linea diretta Stagno-Pisa in sinergia con alcune zone di Livorno Nord più lontane dalla stazione ferroviaria, almeno per le esigenze degli studenti e magari anche per un collegamento che passi magari passi dall’aereoporto o almeno dalla stazione San Giusto Aurelia del Pisa Mover.
  • prevedere un sistema di coincidenze tra la linea Stagno-Vicarello e Vicarello-Pisa.

7. Una partecipazione che fa comunità

La vita in comune fra la gente che sviluppa relazioni in un clima di rispetto reciproco corrisponde ad un ideale di serenità ed è questo, che il progetto Stagno vuol realizzare.

Si vogliono promuovere la disponibilità di punti di aggregazione per le persone più adulte dove organizzare tornei di burraco, tombole, gare di cucina per i più appassionati. Ma anche semplicemente un posto dove poter passare un piacevole pomeriggio in compagnia di amici e dove poter ascoltare della buona musica.

Prevedere inoltre la partecipazione del cittadino in iniziative come sagre, feste paesane con l’aiuto di associazioni di volontariato dove il cittadino non è solo spettatore ma anche protagonista.

Si vuole dare anche un occhio ai nostri amici a 4 zampe dove si può pensare di mettere in alcuni punti del paese dei dispencer, come in altri posti in Toscana, dove si possa trovare i sacchetti per raccogliere i lori bisogni qualora il cittadino ne fosse sprovvisto.

Il progetto Stagno ha anche l’idea di creare un Centro di Aggregazione Sociale a favore della Terza età, cioè si pone l’obiettivo di contrastare la solitudine e di promuovere la socializzazione e l’aggregazione, offrendo risposte ad una fascia consistente di persone che non necessitano di servizi sanitari ed assistenziali, ma richiedono interventi di natura integrativa, iniziative ricreativo-culturali, attività di svago per cittadini anziani con basso reddito o soli ed esclusi dalla sfera sociale.

Le proposte sopra delineate promuovono lo sviluppo di una comunità viva che eviti di fare di Stagno un “DORMITORIO”.

8. Cultura e Giovani

“E’ molto bello sapere qualcosa di tutto che tutto di una cosa” (Blais Pascal, filosofo e matematico)

“Cultura e giovani” è una parte del progetto Stagno che vede come protagonisti i giovani, che prevede di creare un posto dove gli studenti universitari, i ragazzi delle scuole superiori e in generale i giovani del nostro comprensorio possano incontrarsi, trovare spazi di studio, punti di aggregazione, di condivisione culturale, dove prepararsi possano prepararsi ad affrontare gli esami.

In questo punto di aggregazione giovanile, grazie al supporto di persone competenti o anche degli stessi universitari, i ragazzi possano trovare un aiuto sul metodo di studio, ma anche una sala studio, una mini biblioteca, un punto di ristoro.

Ricordiamoci che i giovani sono una risorsa della nostra comunità, bisogna perciò indirizzare le loro energie e l’entusiasmo a beneficio di tutti. Rappresentano il domani che si costruisce oggi con la loro formazione culturale ed umana.

“Cultura e giovani” prevede anche collaborazioni con associazioni di volontariato e non, in modo da formare più aggregazione e coinvolgere i giovani in particolare, ma anche la popolazione della frazione, in attività ricreative (feste o sagre), culturali e perchè no anche festival di musica.

I ragazzi nel coinvolgimento nella vita sociale di paese, possono esprimere la loro creatività, la loro passione, la loro energia e tutto ciò che hanno da dare, che è molto.

 

I CANDIDATI CONSIGLIERI COMUNALI

(Link al profilo Facebook per conoscerci e contattarci)

ELISABETTA PERNICE https://www.facebook.com/elisabetta.pernice.7

RITA SAPORITO https://www.facebook.com/rita.saporito.1

MICHELA SCOMPARIN https://www.facebook.com/michela.scomparin.37

GIOVANNI BIASCI https://www.facebook.com/giovanni.biasci

MATTIA GIGLIOLI https://www.facebook.com/mattia.giglioli

© Adelio Antolini 2019. Tutti i diritti riservati.